Blog

Immagine articolo

CAR-T vincenti

 |  Ricerca

La scommessa di Alleanza Contro il Cancro nella lotta contro le malattie del sangue

Alleanza Contro il Cancro, presieduta dal prof. Ruggero De Maria, membro del comitato scientifico di XBIOGem, ha indetto una manifestazione di interesse a titolo gratuito per promuovere l’utilizzo delle cellule CAR-T per il trattamento di neoplasie ematologiche.

Le CAR-T (Chimeric Antigen Receptor T-cell) sono delle cellule utilizzate in alcune terapie per il trattamento delle malattie del sangue, in particolare per linfomi e per leucemia acuta.

La tecnica consiste nel prelevare delle cellule dal sistema immunitario del paziente, nel modificarle geneticamente in laboratorio e successivamente nel re-introdurle nello stesso paziente, sul bersaglio tumorale.

Alleanza Contro il Cancro, la più grande organizzazione di ricerca oncologica italiana, fondata nel 2002 dal Ministero della Salute, spiega che

“l’utilizzo delle cellule CAR-T ha consentito di ottenere risultati mai precedentemente raggiunti in pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta e in pazienti affetti da linfoma non-Hodgkin“.


L’obiettivo di Alleanza Contro il Cancro è quello di promuovere una rete, fra il mondo accademico e le industrie farmaceutiche, che gestisca la distribuzione delle cellule CAR-T su larga scala, ampliando le capacità realizzative e riducendone i costi per la produzione.

Al momento le richieste sono superiori all’offerta. Ciò fa lievitare notevolmente i costi, che frenano l’espansione della tecnica in Italia, a differenza di quanto avviene negli Stati Uniti d’America, dove le CAR-T sono ormai una realtà.

Alleanza Contro il Cancro coordina diversi Istituti a carattere scientifico per il progetto CAR-T fra le quali spicca la Fondazione Policlinico
Universitario Agostino Gemelli IRCCS
, sempre in prima linea quando si tratta di ricerca e di innovazione scientifica.